Comune di Moncalvo - Provincia di Asti - Piemonte

Percorso di navigazione

Ti Trovi in:   Home » Come fare per » TASI

Stampa Stampa

COME FARE PER

TASI

Come Fare:

Chi deve e chi non deve pagare
La Legge n° 147/2013 ha istituito con decorrenza  dal primo gennaio 2014 il tributo per i servizi indivisibili (TASI) delegando ai comuni la sua regolamentazione sia in merito alle fattispecie immobiliari sottoposte a tassazione sia le modalità di versamento e l’eventuale introduzione di agevolazioni riferibili all’abitazione principale e unità ad esse assimiliate. Dall'anno 2016 il regime del tributo ha subito variazioni significative in quanto sono state introdotte dalla Legge n. 208/2015 esclusioni inerenti gli alloggi qualificati come abitazione principale (comprese le relative pertinenze) e gli alloggi assimilati all'abitazione principale.
Sulla base della novità introdotta dalla citata Legge n. 208/2015 la TASI resta applicabile nel Comune di Moncalvo relativamente alle sole fattispecie di seguito elencate:
- fabbricati rurali ad uso strumentale (qualora l'immobile sia detenuto da un soggetto diverso dal titolare del diritto reale, la TASI è dovuta dal detentore nella misura del 10% dell'imposta complessivamente dovuta; la restante parte, cioè il 90%, è a carico del possessore);
- fabbricati costruiti e destinati dall’impresa costruttrice alla vendita fintato che permane tale condizione purché non siano, in ogni caso, locati.

Come si calcola la TASI
Per i fabbricati ai quali si applicano le aliquote del 2 per mille oppure dello 0,5 per mille:
R.C. = Rendita Catastale x 1,05 (maggiorazione)
Valore Imponibile:
R.C. x 160 (categorie catastali A – C/2 – C/6 – C/7)
R.C. x 140 (categorie catastali B – C/3 – C/4 – C/5)
R.C. x 80 (categorie catastali A/10 – D/5)
R.C. X 65 (categorie catastali D)
R.C. x 55 (categoria catastale C/1)
Tributo annuo = Valore Imponibile x aliquota corrispondente

Qualora l’immobile sia occupato/detenuto da un soggetto diverso dal titolare del diritto reale (eventualità che può presentarsi per i soli fabbricati rurali strumentali concessi in affitto), la TASI è dovuta dal detentore nella misura del 10% dell’imposta complessivamente dovuta. La restante parte, cioè il 90%, è a carico del possessore.

Quando e come si paga
Il versamento della TASI si effettua in due rate di pari importo alle scadenze sotto indicate:
- entro il 16 giugno si versa la prima rata, oppure l’intera imposta annua;
- entro il 16 dicembre si versa il saldo.
E’ facoltà del contribuente versare in unica soluzione entro il 16 giugno l'intera somma annuale.

L’importo TASI dovuto per il Comune di Moncalvo deve essere versato in autoliquidazione con la seguente modalità:
Modello F24
Per il versamento dovranno essere utilizzati i seguenti codici tributo determinati dall’Agenzia delle Entrate con Risoluzione n° 46/E del 24/04/2014:
3959 denominato: TASI – tributo per i servizi indivisibili per fabbricati rurali ad uso strumentale;
3961 denominato: TASI – tributo per i servizi indivisibili per altri fabbricati.
I codici tributo e le somme da versare vanno indicati nel modello F24 nella “sezione IMU e altri tributi locali”.
Il modello F24 ordinario (non quello semplificato) consente la compensazione tra debiti e crediti relativamente alle voci in esso riportate. Le istruzioni sono riportate nelle avvertenze per la compilazione del modello F24.
Bollettino postale
Può essere ritirato presso gli uffici postali.

Cosa fare se il versamento non è stato effettuato entro la scadenza
Se il versamento del tributo non è avvenuto entro la scadenza prevista, il contribuente può versare ugualmente il tributo dovuto, con l'applicazione di una sanzione ridotta e di interessi moratori.
Per evitare che vengano applicate dall'Ufficio sanzioni piene, il contribuente che si accorge (prima che se ne accorga l'Ufficio) di non avere effettuato il versamento entro i termini previsti, può, quindi, versare tardivamente l'imposta dovuta,  utilizzando la procedura prevista dal "ravvedimento operoso".
 

 


Informazioni specifiche:

Aliquote anno 2018

Aliquota 2 per mille per:
fabbricati costruiti e destinati dall'impresa costruttrice alla vendita, sino a che permanga tale destinazione e non siano in ogni caso locati;

Aliquota 0,5 per mille per:
fabbricati rurali ad uso strumentale di cui all’art. 9, comma 3-bis, del D.L. 30 dicembre 1993, n. 557, convertito con modificazioni dalla Legge 26 febbraio 1994, n. 133;

Aliquota zero per mille per:
altri immobili soggetti all’imposta municipale propria (IMU) di cui all’art. 13 del D.L. n. 201/2011.

Le indicazioni sulle aliquote sopra riportate sono stralci ricavati dalla delibera di C.C. n. 46 in data 21/12/2017, rettificata con D.C.C. n. 7 in data 01/03/2018, alla quale si rimanda per i contenuti ufficiali.


Calcolo online e stampa F24
Per calcolare la TASI dovuta accedi al "calcolo IUC 2018" di Anutel:






Dove Rivolgersi:
Ufficio Tributi (vedi dettaglio e orario di apertura)

Riferimenti Normativi:
Legge n. 147 del 27/12/2013 e s.m.i.

Riferimenti Normativi Locali:
Regolamento TASI (DCC 38 del 21/07/2014)

Collegamenti:
- Ravvedimento operoso
- Errori di compilazione F24
- Richieste rimborso tributi
Documenti allegati:
File pdfTasi 2018 DCC 46/2017 (83,43 KB)

File pdfTasi 2018 - rettifica - DCC 7/2017 (67,93 KB)


   

Calendario eventi


Link utili

Calcolo IMU e TASI
IMU 2018
TASI 2018
Unione Terre del Tartufo
Sportello Unico Edilizia (SUE)
Fiera Tartufo
Scuole Moncalvo
Regione Piemonte
Provincia di Asti
Bussola Trasparenza
Riciclo rifiuti
 

Riferimenti del comune e Menu rapido


Comune di Moncalvo, Piazza Buronzo, 2
14036 Moncalvo (AT),
Codice univoco fatt. elettronica UFV1PP
CC.POSTALE IT14H0760110300000013061148
CC.BANCARIO IT45L0608510316000000006099
TESORERIA UNICA-solo per pagamenti da effettuare da parte di Enti Pubblici
IT82E0100003245111300300245

C.F. 80003610054 - P.Iva: 00192740058
E-mail: comunedimoncalvo@libero.it   E-mail certificata: protocollo.moncalvo@pec.it
E-mail D.P.O.: fabrizio.brignolo@libero.it    Pec D.P.O.: brignolo.fabrizio@ordineavvocati.eu